Elementi di scrittura per il web e di redazione di documenti

FAQ siti scolastici: Sezione Elementi di scrittura per il web e di redazione di documenti

Questa sezione è assegnata come referente a Alessandro Muratori

Il referente ha il compito di inserire una prima ipotesi di risposta.
Ogni membro del wiki può partecipare secondo due modalità:
1. eliminando refusi o migliorando la forma espressiva. In questo caso agirà direttamete sul testo;
2. proponendo miglioramenti o precisazioni su elementi considerati sbagliati o incompleti. In questo caso utilizzerà l'icona Comment. Il referente raccoglierà le proposte ritenuite migliorative della risposta modificando il testo.
Tempi
  1. Prima formulazione risposta da parte del referente: entro il 18 dicembre
  2. Ritocchi linguistici e proposte di modifiche da parte dei partecipanti al wiki: entro il 10 gennaio
  3. Stesura testo condiviso: entro il 20 gennaio
  4. Approvazione e pubblicazione dei testi: entro 30 gennaio

Come migliorare la leggibilità di un documento o di una pagina web?

Innanzi tutto: carattere Verdana 100%, interlinea 130%, allineamento del testo rigorosamente a sinistra, lunghezza della linea: non più di metà schermo.
La notizia principale deve poi essere contenuta nel primo o nel secondo periodo. Ciascun periodo può contare 25 parole al massimo di lessico comune e non letterario. I concetti vanno riuniti in paragrafi e ciascun paragrafo deve essere separato dal precedente da un'interlinea maggiorata. È bene non introdurre rientri all'inizio di periodo o all'inizio di paragrafo. In una pagina si possono evidenziare in neretto al massimo tre espressioni. Se v'è un intero blocco importante, lo può efficacemente inquadrare in un box, con spazio aggiunto sopra e sotto il paragrafo. Da evitare con rigorosa attenzione allo stile e previe numerose riletture le ripetizioni di concetti e le espressioni ridondanti e burocratiche.

Quali sono le caratteristiche di un “documento ben formato”?

L'applicazione degli stili, l'inserimento di significativi spazi di separazione tra i vari blocchi (ad esempio dall'intestazione alle prime righe, dal testo alla firma ecc.), l'uso di punti elenco per schematizzare le informazioni o le azioni da compiere, l'impiego di campi a sfondo e margini differenti - tipo box o riquadro; l'inserimento di tabelle ben formate, ad esempio con le righe a sfondi alternati.

Quali regole occorre seguire per scrivere in modo efficace?

Affrontare direttamente l'argomento senza fronzoli, né iniziali né finali. Le premesse infinite non servono.
Quindi: presentare il problema, fornire qualche primo suggerimento per affrontarlo, dare i tempi e i modi. I ringraziamenti finali per la consueta collaborazione lasciamoli pure nella penna.

Cosa sono i microcontenuti?

Li chiamerei i "facilitatori della comprensione" del documento pubblicato. A mio avviso sono raggruppabili in quattro tipologie principali.
  1. Il titolo dell'articolo (possibilmente contenuto in cinque e sei parole);
  2. l'oggetto (non la mera ripresa delle più trite espressioni burocratiche, bensì una presentazione amichevole del contenuto);
  3. il riassunto (contenuto al massimo entro una riga o in venti parole; dovrà indicare eventuali scadenze);
  4. i tag. (cercare di prefigurare che cosa potranno andare a cercare i lettori).

Come migliorare l’efficacia della comunicazione attraverso i microcontenuti

Il titolo deve presentare l'ambito in cui ci si muove; l'oggetto ha il compito di circoscrivere esattamente l'area dell'intervento; il riassunto riporta soltanto quel che c'è effettivamente da fare ed entro quando; i tag sono i segnali che ci permettono di ritrovare il documento, anche quando ne abbiamo scordato alcuni passi.

Gli errori più comuni

Diminusce l'efficacia della comunicazione il ricorrere a soggetti impersonali, l'adottare un tipo di linguaggio freddo, poco cordiale e soprattutto poco invitante. Non è amichevole nei confronti dell'utenza far riferimento ad altre normative senza altre spiegazioni e senza collegamenti ipertestuali.