Report del laboratorio di Epoptes e LTSP



Nell'aula e' stata configurata una rete di laboratorio con un server e tre client (tra cui due miniPC), nonche' la possibilita' di usare direttamente il proprio portatile.
In tal modo si e' dimostrato che e' possibile usare Linux tramite LTSP senza modificare alcunche' sul PC, mantenendo quindi tutti i programmi originale.

Con LTSP, infatti, il sistema Linux non gira sul client, bensi' sul server e questa e' stata una prima difficolta' nell'esposizione dell'attivita'.
E' stato infatti difficile spiegare all'inizio che un PC puo' funzionare senza aver assolutamente NIENTE installato, neanche un firmware che abilita, per esempio, un X-terminal: basta che faccia il boot da rete e tutto il sistema funziona grazie al server. Grazie all'uso dei miniPC cio' e' risultato evidente e molte persone sono rimaste sorprese di cio'.

Il vantaggio di poter usare un laboratorio Linux senza cambiare niente di un qualunque laboratorio gia' configurato (se non per quanto riguarda il lato server) e' stato foriero di idee, come per esempio l'utilizzo di LTSP per gestire corsi di Linux su infrastrutture Windows gia' esistenti.

Epoptes e' un programma di gestione del laboratorio informatico: e' possibile condividere desktop degli studenti, far vedere il desktop dell'insegnante a tutti, nonche' far vedere a tutti un'interazione tra insegnante e studente.
E' stato mostrato Epoptes in due modalita': la prima modalita' e' stata all'interno di un laboratorio LTSP, mentre la seconda modalita' e' consistita in una dimostrazione di Epoptes su PC Linux interconnessi tra loro tramite Wifi.

La dimostrazione dell'uso di Epoptes e' stata efficace proprio perche' e' uno strumento flessibile che permette molti modi di interazione.

Nell'ultima ora Claudio Consonni ha mostrato il portale ScuolaMia per l'imminente attivazione obbligatoria del registro elettronico: molte scuole non sono a conoscenze di questo servizio gratuito offerto dal Ministero e si appoggiano invece su soluzioni commerciali proposte dalle stesse case dei registri cartacei. Cio' porta ad una notevole responsabilita' da parte dell'Istituto che scelga tali soluzioni proprietarie sia per la giustificazione dei costi, sia per la garanzia del funzionamento del servizio.