Bozza con appunti e ipotesi

a cura del gruppo di lavoro dell'I.C."Galilei" di Reggio Emilia

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE
Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni (Decreto Legislativo n.33 del 14 marzo 2013); le sezioni, le sottosezioni e i relativi paragrafi sono quelli previsti dalla legge, ma sono segnalate le voci non presenti nella scuola (es. quelle che riguardavano le PA territoriali come Province e Comuni, ma che non trovano corrispondenti nella Pubblica Istruzione).

Responsabile della trasparenza: Dirigente Scolastico.

Si ricorda che il riutilizzo dei dati di cui è prevista la libera fruizione recentemente ribadita dal D. Lgs. 33/2013 è possibile solo ai sensi del D.Lgs. 196/2003 ("Codice in materia di protezione dei dati personali" - Legge sulla Privacy): nei casi in cui il riutilizzo di tal dati fosse necessario, si deve chiedere il consenso all'interessato per la loro ripubblicazione.

Tabella con proposta a cura del
gruppo di lavoro dell'I.C."Galilei" di Reggio Emilia
(confronta voci con la pagina contenente decreto e allegato A)
SOTTOSEZIONI 1
SOTTOSEZIONI 2
Commenti, note o idee su cosa scrivere
(proposta IC Galilei RE)
Proposta
pacchetto scuola Drupal
1.Disposizioni generali
Programma per la Trasparenza e l'Integrità
Vedasi normativa ad esso relativa.
Programma triennale per la trasparenza e l’integrità ed il relativo stato di attuazione (da redigere ogni anno entro il 31 gennaio – D.Lgs 150/09 articolo 10 comma 1 lettera a)
Atti generali
Normativa di riferimento, con i relativi link alle leggi (sito Normattiva), pagina già presente nel sito
Direttive, programmi, circolari, istruzioni emanati dall’amministrazione e ogni atto che dispone in generale sull’organizzazione, sulle funzioni, sugli obiettivi, sui procedimenti ovvero nei quali si determina l’interpretazione di norme giuridiche che le riguardano o dettano disposizioni per l’applicazione di esse, ivi compresi i codici di condotta.
Oneri informativi per cittadini e imprese
Per onere informativo si intende qualunque obbligo informativo o adempimento che comporti la raccolta, l'elaborazione, la trasmissione, la conservazione e la produzione di informazioni e documenti alla pubblica amministrazione: tali oneri sono dettagliatamente spiegati nella "modulistica" (link) e ogni informazione legale è contenuta nella "normativa" (link).
Tutti i provvedimenti amministrativi a carattere generale adottati per regolare l’esercizio di poteri autorizzatori, concessori o certificatori, nonché l’accesso ai servizi pubblici ovvero la concessione di benefici. Tali atti devono avere in allegato l’elenco di tutti gli oneri informativi gravanti sui cittadini e sulle imprese introdotti o eliminati con gli atti medesimi.
2- Organizzazione
Organi di indirizzo politico-amministrativo
L'unico organo di indirizzo politico-amministrativo previsto nella scuola è il Consiglio d'Istituto.


???
Il Consiglio di Istituto è composto dal Dirigente Scolastico, dai rappresentanti dei genitori, dei docenti e del personale ATA. Viene eletto allo scopo di elaborare e adottare gli indirizzi generali della scuola, nonché di determinare come impiegare i mezzi finanziari per il funzionamento amministrativo e didattico; viene presieduto da un genitore, mentre il segretario verbalizzante venga individuato di volta in volta.
Per la presidenza, l'attuale composizione e i dettagli, vedasi la pagina del Consiglio d'Istituto (link).

Obblighi di pubblicazione concernenti i componenti degli organi di indirizzo politico
Informazioni pubblicate in ottemperanza all'art. 14 del D. Lgs. 33/2013.
  1. Atto di nomina o di proclamazione
  2. Indicazione della durata dell'incarico o del mandato elettivo: il Consiglio d'Istituto viene eletto ogni tre anni.
  3. Permanenza di legge delle informazioni sul sito: le informazioni qui riportate saranno disponibili per i tre anni di validità del Consiglio d'Istituto (es. fine 2011 - elezioni del 2014) e per i tre anni successivi (rimozione prevista dalla normativa alla fine del es. 2017).

Retribuzioni e CV per incarichi politici
La partecipazione al Consiglio d'Istituto è elettiva, ma priva di qualsiasi retribuzione. Non è prevista la presentazione di alcun curriculum per essere eleggibili, né da parte della componente docenti, né per i genitori degli alunni che svolgono il compito di rappresentanza delle famiglie.
L'unico organo di indirizzo politico-amministrativo previsto nella scuola è il Consiglio d'Istituto.

Mettere:
- composizione;
- principali compiti e funzioni;
- Atto di proclamazione dei membri del Consiglio di Istituto:
Data di rimozione dalla visione pubblica: 31/12/2018

"La partecipazione al Consiglio d’Istituto è elettiva, ma priva di qualsiasi retribuzione.Non è prevista la presentazione di alcun curriculum per essere eleggibili, né da parte della componente docenti, né per i genitori degli alunni che svolgono il compito di rappresentanza delle famiglie."
Sanzioni per mancata comunicazione dei dati
Voce non prevista nella scuola

Rendiconti gruppi consiliari regionali/provinciali
Voce non prevista nella scuola

Articolazione degli uffici
Link a pagina già esistente nei nostri siti

Telefono e posta elettronica: posta elettronica istituzionale e posta elettronica certificata (PEC)
Link a pagine già esistenti nei nostri siti

3- Consulenti e collaboratori
Incarichi a dipendenti e soggetti privati
Gli incarichi, retribuiti e non retribuiti, conferiti ai dipendenti pubblici e a soggetti privati sono così esplicitati:
  1. gli incarichi retribuiti conferiti per la sostituzione dei dipendenti sono pubblicati all'Albo d'Istituto sotto la voce "Nomine" (link);
  2. gli incarichi retribuiti conferiti ai dipendenti sono pubblicati sotto la voce Contrattazione d'Istituto e dettagliati come richiesto dalla normativa nella pagina denominata "Incarichi conferiti o autorizzati ai dipendenti pubblici"(link);
  3. gli incarichi retribuiti conferiti direttamente a privati sono di seguito esplicitati. ESEMPIO

Obblighi di pubblicazione concernenti i titolari di incarichi dirigenziali e di collaborazione o consulenza
Informazioni pubblicate in ottemperanza all'art. 15 del D. Lgs. 33/2013.

Oggetto dell'incarico: Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP).
  • Nominativo: cognome nome (vedi curriculum = link).
  • Atto di nomina = link
  • Retribuzione o compenso: XXXXXXX euro.
  • Durata dell'incarico: XXXXXXXXXXXXXXXX
  • Pubblicazione dei dati relativi all'incarico (comma 4 art.15 del D. Lgs. 33/2013): la permanenza dei dati è richiesta per i tre anni successivi alla cessazione dell'incarico, di conseguenza le informazioni qui riportate saranno disponibili al pubblico fino al 20....

In ottemperanza al comma 2 dell'art. 15 del D. Lgs. 33/2013, si rende noto che tutti i dati relativi ad eventuali altre collaborazioni in corso d'anno sono pubblicati all'Anagrafe delle Prestazioni per le PA come previsto dalla normativa vigente (ad esempio per gli educatori che risultassero vincitori di bandi di gara relativi ai progetti).

4- Personale
Incarichi amministrativi di vertice
Voce non prevista nella scuola, non esistono "incarichi di vertice" ma "ruoli dirigenziali", vedasi Dirigente Scolastico (link)

Dirigenti
Link a pagina già esistente nei nostri siti: nominativi e curriculum dei dirigenti, comprese le informazioni sulla retribuzione dei dirigenti previste dalla legge

Posizioni organizzative
Link a pagina già esistente nei nostri siti: nominativi e curriculum titolari di posizioni organizzative, comprese le informazioni sulla retribuzione dei titolari di posizioni organizzative previste dalla legge

Dotazione organica
Per quanto riguarda gli obblighi di pubblicazione concernenti la dotazione organica e il costo del personale con rapporto di lavoro a tempo indeterminato, attualmente è possibile fare riferimento unicamente al sito del MIUR, poiché esso sostiene le spese per l'organico a tempo indeterminato.

Personale non a tempo indeterminato
Gli obblighi di pubblicazione dei dati relativi al personale non a tempo indeterminato (pubblicati in ottemperanza all'art. 16 del D. Lgs. 33/2013) prevedono la definizione:
  • delle diverse tipologie di rapporto
  • della distribuzione di questo personale tra le diverse qualifiche e aree professionali
e sono reperibili all'Albo per le nomine di competenza dell'istituto.

Le altre nomine sono di competenza del MIUR.

Tassi di assenza
Link a pagina già esistente nei nostri siti

Incarichi conferiti e autorizzati ai dipendenti
Informazioni pubblicate in ottemperanza all'art. 18 del D. Lgs. 33/2013.
  1. Incarichi conferiti: corrispondono alle nomine effettuate per vari incarichi in base alla Contrattazione integrativa (il cosiddetto Contratto d'Istituto).
  2. Incarichi autorizzati: corrispondono all'autorizzazione a svolgere incarichi o consulenze esterne.

1- Incarichi conferiti
[elenco con link alle singole nomine]

2- Incarichi autorizzati
[elenco con link alle singole autorizzazioni]

Contrattazione collettiva
Link a pagina già esistente nei nostri siti, per le “interpretazioni autentiche”, link al sito ARAN

Contrattazione integrativa
Link a pagina già esistente nei nostri siti

OIV
I nominativi ed i curricula dei componenti degli Organismi Indipendenti di Valutazione e del Responsabile delle funzioni di misurazione della performance fanno parte dei numerosi documenti in fase di regolamentazione, che in futuro verranno pubblicati.
Tale voce non è prevista nella scuola (esito risposta Civit a Giovanna, IC Castellucchio, ottobre 2013).

5- Bandi di concorso
/
L'istituto non pubblica bandi di concorso (voce non prevista nella scuola).

6- Performance
Piano della Performance
Vedasi normativa ad esso relativa.

Relazione sulla Performance
Vedasi normativa ad esso relativa.

Ammontare complessivo dei premi
I "premi" sono legati al Piano della Performance, quindi ancora non previsti nella scuola (dovrebbero essere in fase di regolamentazione, saranno così denominati i “compensi” per i vari incarichi).

Dati relativi ai premi
Analisi dei tassi e altre voci relative ai "premi" sono legati al Piano della Performance, ancora non vigente nella scuola

Benessere organizzativo
Il benessere organizzativo viene rilevato dal Questionario SPISAL. Tale documento a volte ha creato problemi con le ASL, ognuno valuti la propria situazione.

Appunti utili
<acronym title="Servizio Prevenzione Igiene Sicurezza Ambienti di Lavoro">SPISAL</acronym>

7- Enti controllati
Enti pubblici vigilati
Voce non prevista nella scuola

Società partecipate
Voce non prevista nella scuola

Enti di diritto privato controllati
Voce non prevista nella scuola

Rappresentazione grafica
Non possibile per i motivi sopra esposti

8- Attività e procedimenti
Dati aggregati attività amministrativa
La Scuola ha un unico ufficio amministrativo:
  1. link ufficio
  2. link bilancio
  3. link ex amministrazione aperta = i fornitori e le forniture

Tipologie di procedimento
Per quanto concerne le tipologie di procedimento svolte da ciascun ufficio, per informazioni dettagliate sulla consegna di documenti, oppure per eventuali contatti, vedasi la pagina relativa all'Ufficio Relazioni con il Pubblico [LINK] (segreteria), contenente i recapiti, gli indirizzi, gli orari e il personale incaricato dei vari adempimenti.

Sezioni informative sui procedimenti:
  • Modulistica (compresi i fac-simili per le autocertificazioni) [LINK]
  • Iscrizioni [LINK]
  • Modalità per l'effettuazione di pagamenti [LINK]
  • Servizi on line [LINK]

Responsabili
L'unico responsabile dei procedimenti e dell'unità organizzativa è il Dirigente Scolastico [LINK].

Termini
Il termine fissato in sede di disciplina normativa del procedimento per la conclusione con l'adozione di un provvedimento espresso e ogni altro termine procedimentale rilevante, come previsto dalla legge, è di 30 giorni (Legge 214/1990 [LINK]).

Soggetto a cui è attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo
  • USR della NOME REGIONE [LINK sito e acronimo]
  • Indirizzo: Via xxxxxxxxxxxxx
  • Telefono: xxxxxxxxxxxxx
  • Fax: xxxxxxxxxxxxx
  • Email URP: xxxxxxxxxxxxx [LINK e acronimo]
  • PEC: xxxxxxxxxxxxx [LINK e acronimo]

Strumenti di tutela
Strumenti di tutela, amministrativa e giurisdizionale, riconosciuti dalla legge in favore dell'interessato, nel corso del procedimento e nei confronti del provvedimento finale ovvero nei casi di adozione del provvedimento oltre il termine predeterminato per la sua conclusione:
  1. tentativo di conciliazione;
  2. giudice ordinario o TAR.

Varie
1.Risultati delle indagini di customer satisfaction sulla qualità dei servizi erogati attraverso diversi canali: è disponibile la rilevazione effettuata sui servizi e le informazioni presenti nel sito [LINK].
2.Uffici di livello dirigenziale non generale (informazione ai sensi dell'art. 54 del D.Lgs. 82/2005, [LINK] "CAD"): l'unico ufficio dirigenziale è quello del Dirigente Scolastico [LINK].

Appunti utili
<acronym title="Tribunale Amministrativo Regionale">TAR</acronym>

Monitoraggio tempi procedimentali
Tempi procedimentali (individuati ai sensi della Legge 214/1990): il limite previsto dalla normativa è di 30 giorni.

Risultati del monitoraggio periodico concernente il rispetto dei tempi procedimentali effettuato ai sensi dell'articolo 1, comma 28, della legge 6 novembre 2012, n. 190 (ripreso dall' art. 24 del decreto legislativo n.33/2013): il limite di legge è sempre stato rispettato.

Dichiarazioni sostitutive e acquisizione d'ufficio dei dati
Le descrizioni dei procedimenti sono contenute nella Modulistica o negli atti pubblicati all'Albo [LINK]; l'indicazione di tutti i riferimenti normativi utili è nella pagina Normativa [LINK].
Altro?

9- Provvedimenti
Provvedimenti organi indirizzo-politico
Provvedimenti degli organi di indirizzo politico
I provvedimenti del Consiglio d'Istituto sono visibili all'Albo d'Istituto sotto la voce "Delibere". [LINK facendo una “Vista” solo per le delibere, così gli utenti non debbono andare a raffinare le ricerca nell'Albo]

Testo contenuto nella stessa pagina degli Organi ad indirizzo-politico: fornisce in un colpo solo tutte le informazioni ad essi relative (nel decreto molte informazioni che si potrebbe connettere sono sparpagliate!)

NOTE
Art. 23, comma 2
Variare la “maschera” (o il modello) della pubblicazione delle delibere, in modo che contenga quanto richiesto:
  • oggetto
  • contenuto
  • eventuale spesa prevista
  • estremi relativi ai principali documenti contenuti nel fascicolo

Provvedimenti dirigenti
Il Dirigente Scolastico emana provvedimenti di varia natura:
- assegnazione di incarichi ad eventuali collaboratori esterni (link);
- autorizzazioni ai dipendenti (link) a svolgere incarichi o consulenze esterne;
- circolari (link);
- nomine (link) per gli incarichi ai dipendenti;
- pubblicazioni all'Albo d'istituto (link), ivi comprese le nomine del personale a tempo determinato;
- provvedimenti di tipo amministrativo (link) (es. acquisti presso fornitori).

10- Controlli sulle imprese
Elenchi dei controlli, degli obblighi e degli adempimenti
Elenco delle tipologie di controllo a cui sono assoggettate le imprese
1.controllo del DURC, il Documento Unico di Regolarità Contributiva
Criterio e modalità di svolgimento: il controllo avviene sempre e in tempo reale.
2.controllo del documento sulla tracciabilità dei flussi finanziari
Criterio e modalità di svolgimento: il controllo avviene sempre d'ufficio.

Elenco degli obblighi e degli adempimenti oggetto delle attività di controllo che le imprese sono tenute a rispettare per ottemperare alle disposizioni normative
  1. fornire il DURC: trattasi di un certificato unico che attesta la regolarità di un'impresa nei pagamenti e negli adempimenti previdenziali, assistenziali e assicurativi nonché in tutti gli altri obblighi previsti dalla normativa vigente nei confronti di INPS, INAIL e Casse Edili, verificati sulla base della rispettiva normativa di riferimento. La regolarità contributiva oggetto del Documento Unico di Regolarità Contributiva riguarda tutti i contratti pubblici, siano essi di lavori, di servizi o di forniture. Il DURC è rilasciato da INPS, INAIL, Casse Edili ed altri enti in possesso dei requisiti precisati dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Tutte le PA sono tenute ad acquisire d’ufficio il DURC, sia nella fase di gara che in quella successiva.
  2. fornire il documento sulla tracciabilità dei flussi finanziari. Gli obblighi di tracciabilità si articolano essenzialmente in tre adempimenti principali, ovvero:

    • utilizzo di conti correnti bancari o postali dedicati alle commesse pubbliche, anche in via non esclusiva;
    • effettuazione dei movimenti finanziari relativi alle commesse pubbliche esclusivamente mediante lo strumento del bonifico bancario o postale ovvero attraverso l'utilizzo di altri strumenti di pagamento idonei a consentire la piena tracciabilità delle operazioni;
    • indicazione negli strumenti di pagamento relativi ad ogni transazione del CIG e, ove obbligatorio ai sensi dell'art. 11 della Legge 3/2003, del CUP.

11- Bandi di gara e contratti
Bandi di gara pubblicati all'Albo e archivio dei bandi
Link a pagine già esistenti nei nostri siti

12- Sovvenzioni, contributi, sussidi, vantaggi economici
Criteri e modalità
Csv fornitori (ex Amministrazione Aperta); e altri documenti già nell'Albo (es. riguardo gli esperti esterni per i progetti)?

Per i dati sui fornitori (non per l'Albo).
Pagina con 2 tipi di allegati con una piccola intestazione:
  1. il CSV fornisce la riutilizzabilità richiesta
  2. il PDF fornisce l'immediata fruibilità.

Atti di concessione
Csv fornitori (ex Amministrazione Aperta);
e altri documenti già nell'Albo (es. riguardo gli esperti esterni per i progetti)?

Per i dati sui fornitori (non per l'Albo).
Pagina con 2 tipi di allegati con una piccola intestazione:
  1. il CSV fornisce la riutilizzabilità richiesta
  2. il PDF fornisce l'immediata fruibilità.

13- Bilanci
Bilancio preventivo e consuntivo
Link a pagina già esistente nei nostri siti

Piano degli indicatori e risultati attesi di bilancio
Per quanto concerne il piano degli indicatori e risultati attesi di bilancio, nella scuola forse si dovrà svolgere questo lavoro dopo la definizione del Bilancio Sociale.

14- Beni immobili e gestione patrimonio
Patrimonio immobiliare
L'istituto non è proprietario degli edifici in cui ha sede (il proprietario e manutentore delle strutture è il Comune di ................)

Canoni di locazione o affitto
L'istituto non opera locazioni e non paga affitti (almeno, da noi...)

15- Controlli e rilievi sull'amministrazio-ne
/
Le pubbliche amministrazioni pubblicano, unitamente agli atti cui si riferiscono, i rilievi non recepiti degli organi di controllo interno, degli organi di revisione amministrativa e contabile e tutti i rilievi ancorché recepiti della Corte dei conti, riguardanti l'organizzazione e l'attività dell'amministrazione o di singoli uffici: l'Istituto "xxxxxxxxxxx" non è stato oggetto di nessun rilievo di tal genere.

In caso contrario, pubblicare il necessario... ma non essendo la legge retroattiva, per ora non dovrebbe esserci nulla x nessuno.

16- Servizi erogati
Carta dei servizi e standard di qualità
Link a pagina già esistente nei nostri siti

Costi contabilizzati
Per quanto concerne il piano degli indicatori e risultati attesi di bilancio, forse nella scuola si dovrà svolgere questo lavoro dopo la definizione del Bilancio Sociale.

Tempi medi di erogazione dei servizi
Scrivere che l'istituto rispetta i tempi previsti dalla normativa (Legge 241/1990)

Liste di attesa
Non previste e non necessarie per i servizi erogati dall'istituto (salvo il caso di iscrizioni in soprannumero?)

17- Pagamenti
Indicatore di tempestività dei pagamenti dell'amministrazione
Basta scrivere che l'Istituto ha sempre rispettato i tempi di pagamento concordati con i fornitori?

IBAN e pagamenti informatici
Link a pagine già esistenti nei nostri siti: vedasi "Coordinate bancarie" et simili

18- Opere pubbliche
/
La scuola non è proprietaria degli edifici in cui ha sede e non appalta opere pubbliche: il proprietario e manutentore delle strutture è il Comune di xxxx

19- Pianificazione e governo del territorio
/
La scuola non opera in tale ambito.

20- Informazioni ambientali
DVR
L'istituto non è proprietario degli ambienti in cui ha opera: il proprietario e manutentore delle strutture è il Comune di xxxxxxxxxxxxx ed esso si occupa di tutti gli obblighi ambientali. La scuola redige invece il DVR di ciascun edificio: vedasi elenco DVR [LINK].
Appunti utili <acronym title="Documento di Valutazione dei Rischi">DVR</acronym>

DECRETO CITATO IN QUESTO ARTICOLO DAL SITO NORMATTIVA
DECRETO LEGISLATIVO 19 agosto 2005, n. 195
Art. 2.
Definizioni
1. Ai fini del presente decreto s'intende per:
a) «informazione ambientale»: qualsiasi informazione disponibile in forma scritta, visiva, sonora, elettronica od in qualunque altra forma materiale concernente: 1) lo stato degli elementi dell'ambiente, quali l'aria, l'atmosfera, l'acqua, il suolo, il territorio, i siti naturali, compresi gli igrotopi, le zone costiere e marine, la diversita' biologica ed i suoi elementi costitutivi, compresi gli organismi geneticamente modificati, e, inoltre, le interazioni tra questi elementi; 2) fattori quali le sostanze, l'energia, il rumore, le radiazioni od i rifiuti, anche quelli radioattivi, le emissioni, gli scarichi ed altri rilasci nell'ambiente, che incidono o possono incidere sugli elementi dell'ambiente, individuati al numero 1); 3) le misure, anche amministrative, quali le politiche, le disposizioni legislative, i piani, i programmi, gli accordi ambientali e ogni altro atto, anche di natura amministrativa, nonche' le attivita' che incidono o possono incidere sugli elementi e sui fattori dell'ambiente di cui ai numeri 1) e 2), e le misure o le attivita' finalizzate a proteggere i suddetti elementi; 4) le relazioni sull'attuazione della legislazione ambientale; 5) le analisi costi-benefici ed altre analisi ed ipotesi economiche, usate nell'ambito delle misure e delle attivita' di cui al numero 3);
6) lo stato della salute e della sicurezza umana, compresa la contaminazione della catena alimentare, le condizioni della vita umana, il paesaggio, i siti e gli edifici d'interesse culturale, per quanto influenzabili dallo stato degli elementi dell'ambiente di cui al punto 1) o, attraverso tali elementi, da qualsiasi fattore di cuiai punti 2) e 3);
b) «autorita' pubblica»: le amministrazioni pubbliche statali, regionali, locali, le aziende autonome e speciali, gli enti pubblici ed i concessionari di pubblici servizi, nonche' ogni persona fisica o giuridica che svolga funzioni pubbliche connesse alle tematiche ambientali o eserciti responsabilita' amministrative sotto il controllo di un organismo pubblico;
c) «informazione detenuta da un'autorita' pubblica»: l'informazione ambientale in possesso di una autorita' pubblica in quanto dalla stessa prodotta o ricevuta o materialmente detenuta da persona fisica o giuridica per suo conto; d) «richiedente»: la persona fisica o l'ente che chiede l'informazione ambientale;
e) «pubblico»: una o piu' persone, fisiche o giuridiche, e le associazioni, le organizzazioni o gruppi di persone fisiche o giuridiche.

21- Strutture sanitarie private accreditate
/
Voce non prevista nella scuola

22- Interventi straordinari e di emergenza
/
Voce non prevista nella scuola

23- Altri contenuti
1- Archivi:
Archivio dell'Albo
Tranne l'ultima voce, dovremmo già avere qualcosa di simile nei nostri siti.

Archivio delle Circolari
Archivio dei Piani dell'Offerta Formativa (POF), equivalenti per le scuole alla Carta dei Servizi
Archivio fornitori? (vedasi art 27)
2- Alcune voci della sezione Trasparenza, valutazione e merito, precedentemente prevista dalla normativa, non trovano corrispondenti nel Decreto Legislativo n.33 del 14 marzo 2013; non risultando tuttavia abrogate o sostituite per legge, dovrebbero restare disponibili in questa sottosezione.
Ancora da verificare queste voci non abrogate:
- Buone prassi
- Codice disciplinare
- Contabilizzazione servizi erogati
- Consorzi Enti e Società: tale voce non trova corrispondenza nell'Istituto
- Modulistica → sostituita dalla pag. sui procedimenti?
- Organigramma
- Responsabile procedimento→ da indicare nella pag. sui procedimenti?
- Richieste ad assumere: attualmente non previste nella scuola
- Richieste a bandire: attualmente non previste nella scuola
- Rimodulazione fabbisogno
- Ruolo dirigenti: tale voce non trova corrispondenza nella scuola